Menu

Condizionatore on/off

2 dicembre 2019 - Senza categoria

Quando scegliamo un condizionatore è bene ingegnarsi per trovare un prodotto che possa rispondere al meglio alle nostre esigenze. Per farlo sarà necessario valutare le caratteristiche del prodotto, e capire come e quanto possono adattarsi ai nostri bisogni. In commercio infatti ce ne sono a migliaia, e scegliere alla cieca è molto controproducente. Se vogliamo azzeccare l’acquisto avremo bisogno di consigli e indicazioni – che puoi trovare qui – ma anche di una buona conoscenza del prodotto. Dopo un’attenta analisi di ciò che ci serve (e di fattori come lo spazio che abbiamo a disposizione, la grandezza dell’ambiente da climatizzare, il budget per l’acquisto, eccetera) possiamo indirizzare il nostro interesse verso una tipologia di condizionatori piuttosto che un’altra. Inoltre valutiamo bene le caratteristiche tecniche del condizionatore, come i BTU, la potenza del motore, e infine la tecnologia che sfrutta.

In base alla tecnologia che montano i condizionatori possono essere di due tipologie: on/off e inverter.

      Quelli on/off sono i condizionatori più diffusi. Proprio come si capisce dal nome questi prodotti funzionano grazie a un’emissione intermittente (acceso/spento) della potenza refrigerante. Ciò significa che non è in funzione continua, ma che alterna fasi in cui eroga aria fredda o calda a momenti in cui invece risulta inattivo. La temperatura nella stanza quindi non sarà mai costante, ma in continuo oscillamento. Infatti perché il condizionatore si riavvii di nuovo c’è bisogno di un’escursione termica che lo spinga ad accendersi nuovamente. Oltre a questo inconveniente mettiamo in conto che il continuo riavviarsi dell’apparecchio comporta consumi non indifferenti.

Il compressore anche si accende e spegne come il resto del condizionatore. Mai come in queste circostanze dobbiamo scegliere un condizionatore con il giusto numero di BTU: se il motore è troppo debole e quindi insufficiente a scaldare l’ambiente non si raggiungerà mai la temperatura desiderata. Ciò significa che il condizionatore non si spegnerà mai, e quindi il compressore di conseguenza non ha modo di riposare. Anzi vale il contrario: è tenuto perennemente in funzione, ma non è stato progettato per questo. Nel giro di poco tempo il condizionatore potrebbe rompersi o guastarsi proprio per questa ragione.