Menu

Interfaccia di una stampante

2 dicembre 2019 - Senza categoria

Come possiamo leggere sul sito internet dedicato www.migliorestampante.it, prima di scegliere una stampante avremo bisogno di valutare diversi fattori. In questa maniera  possiamo esser sicuri di comprare il prodotto più adatto alle nostre esigenze. Per riuscire nell’intento dobbiamo tenere conto delle nostre abitudini: così facendo sapremo subito se ciò che ci serve è una stampante laser o inkjet, se ce ne serve una in bianco e nero o a colori, con una risoluzione importante o meno, di grandezza media o piccola, eccetera. Un fattore che spesso tutti tendono a sottovalutare è l’interfaccia. Questo accade perché la maggior parte delle volte abbiamo bisogno di una stampante che si colleghi solo ed esclusivamente al computer. Tuttavia ci sono esigenze particolari che ci portano a dover stampare file da altri dispositivi, e non possiamo farlo perché non possiamo connettere i due congegni. Dovremo quindi comprare un adattatore a parte, spendendo soldi inutilmente oppure rinunciando alla versatilità di questo prodotto. Tutto ciò è evitabile, basta riconoscere all’interfaccia l’interesse che merita.

L’interfaccia più famosa e diffusa è l’USB. È perfetta se ci serve di collegare il dispositivo solo al PC, o a un altro strumento che sia dotato della stessa interfaccia.

Se vogliamo invece qualcosa di più tecnologico e personalizzato allora scegliamo una stampante con connessione wireless. Tali prodotti si collegano a uno o più dispositivi, anche contemporaneamente. Per questo è la soluzione ideale se in casa usiamo molto la stampante, magari anche più di una persona alla volta. Sono indicate anche per l’ufficio, dove ogni PC può esser connesso a un solo dispositivo di stampa. In realtà si può stampare qualsiasi file che venga inviato da un qualsiasi dispositivo, purché sia stato collegato alla stampante stessa. Per collegamento non si intendo uno fisico, ma una connessione che possa agganciare due dispositivi diversi. Se pensiamo di usare la stampante con lo smartphone allora avremo bisogno di APP specifiche.

Per avere una maggiore versatilità si può scegliere una stampante di rete. Queste non prevedono la presenza di fili e cavi, che oltre a essere brutti da guardare sono anche molto fastidiosi – e ci limitano nell’utilizzare la stampante stessa.